Wonka: il sogno dolcissimo di Paul King

Wonka racconta le origini dell'iconico personaggio di Roald Dahl e di come, partendo da un sogno, costruisce la sua Fabbrica di cioccolato.

Dopo Paddington e Paddington 2, il regista Paul King porta nelle sale un nuovo film per famiglie che fa sognare. Con Wonka scopriamo la storia del celeberrimo cioccolataio, al cinema dal 14 dicembre.

Wonka di Paul King: la trama

Un giovane Willy Wonka (Timothée Chalamet) arriva in città pieno di sogni e di idee. Vuole produrre la migliore cioccolata del mondo e aprire un negozio nella famosa Galleria Gourmet. Immediatamente, però, si scontra con il cartello dei cioccolatai, che gli impedisce in tutti i modi di iniziare la sua attività. Inoltre, finisce imprigionato da una coppia di locandieri (Olivia Colman e Tom Davis). Il ragazzo, però, non rinuncia al suo sogno e, grazie all’ingegno e a nuovi amici, mette a punto un piano per aprire il suo negozio.

wonka 3

“Tutte le cose belle a questo mondo sono cominciate con un sogno”

Paul King torna a stupire con questo film sulle origini di uno dei personaggi più iconici della mente di Roald Dahl. Il regista britannico crea un musical colorato e deliziosamente dolce, con la stessa delicatezza che aveva caratterizzato i due meravigliosi film sull’orsetto Paddington. Indubbiamente, King, che firma anche la sceneggiatura del lungometraggio, è un maestro nel campo dei film per famiglie: Wonka, infatti, piacerà sicuramente sia ai bambini che agli adulti. I personaggi sono leggeri, simpatici e insieme costituiscono un ensemble che funziona perfettamente. Il cast è stellare, a partire dal protagonista Timothée Chalamet che brilla in questo ruolo e si dimostra un ottimo ballerino e cantante. Insieme a lui ci sono la coppia di goffi imbroglioni interpretati da Olivia Colman e Tom Davis, il gruppo di amici raggirati dai due locandieri, impersonati da Jim Carter, Natasha Rothwell, Rakhee Thakrar, Rich Fulcher, e la piccola Calah Lane, nel ruolo di Noodle. Rowan Atkinson nei panni di Padre Julius è esilarante, ma anche l’imbronciato Umpa Lumpa di Hugh Grant risulta incredibilmente comico, nonostante l’attore abbia affermato di aver trovato particolarmente difficile il lavoro con la motion capture. La CGI del film non sempre risulta convincente, ma sicuramente contribuisce a creare un’atmosfera magica e sognante. Sia le scenografie che i costumi sono eccezionalmente curati e riportano al fascino dell’indimenticabile Fabbrica di cioccolato dei film del 1971 e del 2005.

wonka 1

Un giovane Wonka, dolce e carismatico

Con il suo sguardo sognante e il suo carisma innegabile, il signor Wonka di Chalamet si distingue da quelli di Gene Wilder (Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, Mel Stuart) e Johnny Depp (La fabbrica di cioccolato, Tim Burton). Il giovane cioccolataio di Paul King è un sognatore pieno di idee, dal talento ineguagliabile, ma non ancora rinchiuso nella sua fortezza di genialità e celebrità. Sono speranza e ingenuità a guidarlo, insieme al desiderio di realizzare le aspirazioni del sé bambino, che insieme alla madre (interpretata da una tenera Sally Hawkins) condivideva momenti speciali e tavolette di cioccolato.

Paul King riporta sul grande schermo la magia del mondo creato da Roald Dahl, dove il solo limite è l’immaginazione. Wonka è il film perfetto da guardare gustando una cioccolata calda, insieme a grandi e piccini, una storia che intrattiene, diverte e commuove. Nelle sale italiane dal 14 dicembre.

Scritto da Sofia Granata

Lascia un commento

Natale 2023: i 10 film da vedere assolutamente

The miracle club: il viaggio spirituale di Thaddeus O’Sullivan

Contentsads.com